Frasario Cellolese - www.cellole-ce.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Frasario Cellolese

Storia di Cellole > Un Cellolese Racconta

N

Dialetto

Italiano

Spiegazione

1

a tentùni

A caso

A caso. Prendere un qualcosa a caso; Camminare a caso, al buio toccando pareti, oggetti o ostacoli che si prevedono incontrare lungo il cammino;Tirare a sorte a caso; ecc....

2

a terra esce appollottolàta

il terreno esce a pallottole a palle.

il terreno esce a pallottole, a palle, cioè non frantumato bene.Quando c'è la fraantumazione del terreno con l'erpice ( in dialetto "francizzolle") se il terreno non è asciugato bene esce a palle, un pò fangoso. Quindi si richiede una nuova "soleatura" (farlo asciugare al sole) per una seconda passata.

3

a terra stà prusseata

Il terreno è arato

Il terreno è arato

4

A nu rito

A un dito

La uno dito, è la spatola larga un dito usata dai pittori per lavori in parti strette.

5

A vammàna

L'Ostetrica

L'Ostetrica,levatrice, che aiuta a partorire.

6

Abbàccalito

Fiacco

Fiacco, senza forze,affannato.Succede come quando fanno le giornate afose e ci si sente privi di energia.La parola deriva da "baccalà appeso al sole" cioè trovarsi nelle sembianze di un baccalà appeso a essiccare.

7

Abbafaziòne

Trppo caldo umido.

Troppo caldo umido rende l'aria irrespirabile. Afa insopportabile.

8

Abbìa

Avvia

Avvia. Si dice "abbìa ru motore" (avvia il motore, metti in moto il motore)

9

Abbìa

Comincia

Comincia. Si dice "abbìa a mangià" (comincia a mangiare)

10

abbìa

Lancia

Lancia. Si dice "t'abbìo na mela" (tradotto: Ti lancio una mela)

11

Abbìa

Tira

Tirare. Si dice:"t'abbìo na preta se nte ne vai" (Tradotto: Ti tiro una pietra se non te ne vai)

12

Abbìa

Soltanto (avverbio)

Soltanto. Si dice: " Abbìa mò l'aggio saputo" ( tradotto:soltanto adesso me lo hanno detto)

13

Abbìa

Solo (aggettivo)

Solo: Si dice: "abbìa tu può fa chesto" (tradotto: Solo tu puoi fare questo)

14

Accapèzza

Rimetti

Rimetti. Si dice: "chiglio ce accapèzza ri soldi" (tradotto: quello  ci rimette del denaro)

15

Accapèzza

Rattoppa

Rattoppa. Lega. Unisci.Rimettici

16

Accapèzzare

Legare

Legare due funi, due corde. Legare la fune dell'animale ad un chiodo.

17

Accòncete

Aggiustati

Aggiustati un poco. É inteso l'aggiustarsi nel vestire in modo decente; è inteso nell'aggiustare un ragionamento fatto in modo un pò sballato; è inteso nel camminare in modo più corretto; ecc.

18

Acconciàre

Aggiustare

Aggiustare

19

Addemmèria

Arrangia

Arrangia, cerca, trova, inventa, studia, pensa.

20

Addemmèriàre

Rimediare

Rimedio ad un problema, qualsiasi esso sia.

21

Aggia spià

Ho da chiedere

Ho da chiedere

22

Aggia spià

Ho da sorvegliare

Ho da sorvegliare

23

Aggia spià

Ho da informarmi

Ho da informarmi

24

Aggio abbuscàto

Ho guadagnato

Ho guadagnato. É quando si riceve qualcosa inaspettatamente o per una prestazione, sia come soldi sia come cose.

25

Aggio Abbuscàto

Ho preso le botte

Ho preso le botte ( da un litigio)

26

Aggio appìlato

Ho otturato

Ho otturato

27

Aggio arravogliato a funi

Ho arrotolato la fune

Ho arrotolato la fune

28

Aggio rècuoto

Ho riscosso

Ho riscosso, mi hanno pagato lo stipendio, la giornata di lavoro. É la stessa cosa di "aggio siggiuto".

29

Aggio sbagandato

Ho svuotato

Ho svuotato

30

Aggio scampoliato

Mi sono appisolato

Mi sono appisolato
Linguaggio dei cacciatori. Sapendo l'ora del rientro della selvaggina, ci si appisolava un poco perchè si prevedeva che si sarebbe fatto tardi.

31

Aggio scampoliato

Mi è andata bene

Mi è andata bene , ho evitato un pericolo.

32

Aggio scàpetato

Ho smesso

Ho smesso di lavorare, ho terminato di lavorare.

33

Aggio sqàngheriato tutto

Ho strafogato tutto

Ho strafogato tutto, ho mangiato tutto. É come dire mi sono fatto come un maiale

34

Aggio siggùto

Ho riscosso

vedi "aggio rècuoto"

35

Aggio spènzato

Ho distribuito,ho regalato, ho dato.

36

Aggio strignùto

Ho stretto

Ho stretto

37

Aggiogno

Aggiungo

Aggiungo

38

Agliàtto

Al lato

Al lato

39

Agliàtto ritto

Al lato destro

Al lato destro.

40

Aìincero chiglio càto

Riempilo quel secchio

Riempilo quel secchio

41

Ciùotto

Sasso

Sasso di grandezza maggiore a "ciùottolo", da prenderlo con due mani.

42

Ciùotto ciùotto

Grassottello. Di quando una persona mangia e si sazia tanto. Anche di una persona che si è ingrassata un po. É come dire panciuto.

43

Ciùottolo

Pietra,sasso, purchè piccoli.

Pietra, sasso, purchè piccoli.

44

Ciuòttolo

Zolla di terreno

Zolla di terreno

45

Ciùri

Fiori

Fiori

46

Còccia

Pezzo di pane a forma rettangolare.

Pezzo di pane a forma rettangolare.

47

Còcchele

Guscio delle noci, castagne o altro.

Guscio delle noci castagne o altro.

48

Còce

Cuocere

Cuocere

49

Còce

Scotta, troppo caldo.

50

Còcere

Cuocere(verbo)

51

Cocòzza

Zucca

Zucca

52

Cocòzza

Testa

Certe volte riferito alla testa " tiè na còcozza vacante"

53

Còla

Coda

Coda di animale.(co come coniglio)

54

Crèca

Forse

Forse non mi hai capito? (creca nun mhai capito?)

55

Crèca

Probabilmente

Probabilmente è andato dai nonni (crèca è ghiùto addò ri nonni)

56

Crèca

Possibilmente

Possibilmente

57

Dìmani

Domani

Domani

58

Dimànni

Domandi

Domandi

59

Dimienti

Pensieri

Pensieri

60

Disérto

Deserto

Deserto

61

Divàgo

Svago

Svago, spensieratezza, passeggiata, gioco.

62

Dondolàne

Dondolare

Dondolare

63

Dormine

Dormire

Dormire

64

Drundelèa

Si muove, di oggetto non piano.

Si muove. E' caratteristica di una tavola non fissata bene o un tavolo non in piano o altro che non appoggia bene sulla base,si muove. Si è allentata. Traballa.

65

Dumanda

Domanda, richiesta scritta

Richiesta scritta presso un ufficio.

66

Dunàne

Raccogliere

Raccogliere. Questo verbo si usa nei casi in cui l'azione da fare è il raccogliere con le singole dita pollice, indice e medio.Esempio: Raccogliere le ulive, i fagioli i ceci ecc.

67

Durmìne

Dormire

Dormire

68

Demmìria (facevamo a )

Facevamo a gara

É come dire:Facevamo a gara, su ogni cosa:Si dice nei casi quando due o più persone, fanno a gara nel consumare, per esempio mangiando un cibo piacevole di sano gusto. Oppure chi riusciva a donare di più (nel senso positivo); oppure chi riusciva a donare di meno ( nel senso negativo).

69

Fagli fa nu poco de ugliòre

Fargli fare un po di bollore. É quando il sugo è cotto ma si consiglia di far fare ancora un po di bollore, cioè tenerlo ancora un poco in cottura.

70

Famme ì

Fammi andare

Fammi andare

71

Fàmme ì a verè

Fammi andare a vedere

Fammi andare a vedere.

72

Fanfarròne

Chi imbroglia sul lavoro.

Chi imbroglia sul lavoro, chi non lavora bene. É il tipo che si dà arie di saper fare ma non conclude niente di buono. É più il danno che fa.

73

Fanno ru scùordito

Fanno il coro.

Fanno il coro. La parola "scùordito" vuole dire "stonare" , "scordare", il non essere intonati. Nei canti popolari cellolesi, il coro viene epresso in questo modo: La prima voce mantiene la nota tonale per tutta la frase musicale; la seconda e terza voce hanno procedimento per terza per poi terminare sulla nota tonale all'unisono.Nel corso del canto la terza voce può creare delle variazioni salendo alla quarta o quinta nota in base alla seconda voce. Ecco che da questo movimento melodico, all'orecchio da la sensazione della " Stonatura, cioè lo scordare di essere intonati". Le parole del canto sono simultanee per tutte le voci, procedimento parallelo.

74

Farìnieglio

Fariseo, traditore

Fariseo, traditore. É preso dall'insegnamento biblico di Gesù che ha dovuto sempre riguardarsi dai farisei.

75

Farinieglio

Farina di semola

Farinella di semola. É l'impasto di farina di semola.

76

Fasulàro

É colui che vende fagioli.

É colui che vende fagioli. O è un gran mangione di fagioli.

77

Faticà

Lavorare

Lavorare. "a mèna a mèna" Alacremente, con accanimento. "ngràru ngràru" , lavorare gradatamente, lavorare su più particolari portandoli avanti tutti insieme.

78

Faticàmmo

Lavoriamo

Lavoriamo

 
 
 
 
 
 
 
 


Torna ai contenuti | Torna al menu